Sdraiato al sole al parco pensando a te Madre Divina


Eccomi qui seduto con tanto di venticello primaverile francese, che dopo aver varcato la finestra, mi accarezza ricordandomi che la vera ‘vita’ avviene quando siamo a contatto con la natura. Sembra incoraggiarmi a scendere al parco. Ieri sedotto da questo clima meraviglioso mi ero sdraiato su un prato, me ne stavo tranquillo a guardare il sole con gli occhi socchiusi, bambini giocavano al mio fianco, mamme raccolte in gruppi si raccontavano vicende divertenti, ricordi cercavano di emergere, io imperterrito e insaziabile di sapere me ne stavo focalizzato nel mio terzo occhio immaginandomi come se un lunghissimo tubo trasparente mi risucchiasse portandomi a grande velocità dentro e oltre il sole, nelle braccia della Madre Divina. È strano pensare al sole in questo modo, ma come dico sempre Dio ama gli insistenti e io non desisto di insistere e busso alla sua porta in ogni modo. Mi immagino che Dio divertito dica ‘ eccolo è ancora qui a bussare, che vuole sapere questa volta ? ho così tanto da fare e questo furbetto ha capito benissimo che non posso non rispondere ai miei figli ‘ mentre un Arcangelo sorridente risponde ‘ questa volta è preso dalla devozione continua a dirti Ti Amo, gli facciamo capire che abbiamo capito ? Altrimenti lo conosci continuerà a insistere e poi inizierà a gridare Ti Amo sempre più forte dentro di sé fino a quando non otterrà un segno ‘

Un lampo di energia cosmica attraversa il mio corpo, vibro internamente, nessuno si accorge, appoggio le mani sull’erba, ho oltrepassato il sole, i miei sensi si sono ritirarti, vedo senza vedere, ascolto senza udire, sono in presenza, mi sento vivo, mi sento ogni cosa.
‘ Arcangelo basta così, altrimenti lo sai tra 5 minuti tornerà con Grazie Grazie Grazie e poi a richiedere di provare quello che chiama un mio abbraccio divino’
Vengo svegliato da una bambina che vicino a me gioca con un altro bimbo, senza accorgermene sono tornato nel mio me, sempre più consapevole del mio vero sé, cosciente di avere un me e un io, uno per saziare il mio ego e uno per amare te sempre di più mio Creatore.
Ti ho capito Madre Divina, so tutto di te senza sapere niente,
ti ho vista senza vederti, come potrò raccontarti, mi hai tolto le parole più adatte a descriverti, forse perché vuoi essere cercata ? Quanto vorrei raccontarti ma non riesco, un sorriso immenso vibra in me quando penso a te, ti ho cercato nella natura e ti ho ritrovato dentro di me, ti ho cercato in me e ti ho ritrovato ovunque.
Potrei raccontare di te solo nella profondità delle mie pupille, solo nel silenzio più profondo sorridendo potrei far capire quello che so di te.
Va bene anche così,
se vuoi fammi anche dimenticare quello che ho provato,
tanto lo sai io sono il più insistente degli insistenti e tornerò da te a chiederti di donarmi le parole per raccontare di te.
Grazie per tutto, ti amo tantissimo Madre Divina mio Creatore, miei amati Gurù, Santi, Arcangeli e Angeli.

Vivek Riccardo Sardonè