DIO AMA GLI INSISTENTI !


Nel tempio cosmico della mia mente,

inginocchiato,

esausto,

sussurrò il tuo nome,

il suono fragoroso costante delle campane del mio cuore mi regala uno spiraglio di energia,

io salgo ritmicamente con la mia comprensione a incontrare te Madre Divina,

aspettami!

Corro per lunghi corridoi pieni di finestre,

il profumo di incenso mi seduce chiamandomi a te,

Padre Celeste, Madre, amico, amato Dio quale nome potrò urlare abbracciandoti ?

Avrò braccia tanto grandi per stringere un tuo dito?

Sono arrivato ai confini del mio ‘ Io ‘ per incontrarti,

ti osservo oltre il velo trasparente che mi trattiene nella vibrazione:

tu sei tutto,

come potevo pensare di stringerti forte a me,

bellissima,

invisibile,

incolore,

senza esistenza,

sempre esistente,

sempre pacifica,

sempre gioia.

Io sono solo una tua finestra,

ora aperta,

rompi le mie persiane,

fai che io non possa mai più chiudermi in me.

Sono io,

quello che ama farsi chiamare da te l’insistente degli insistenti.

Riccardo Vivek Sardonè
www.riccardosardone.com